Gli ostacoli delle PMI riguardo alla politica di coesione dell’UE

4 10 2012

Un pilastro dell’UE è la politica di coesione che offre diverse possibilità di finanziamento per le PMI ma troppo spesso queste ultime incontrano numerosi ostacoli per poterne beneficiare. E’ quello che riporta uno studio dell’Europarlamento, che sottolinea innanzitutto la necessità di semplificazione. Tra le difficoltà incontrate dalle PMI strumenti inappropriati, problematicità di orientamento tra le differenti scadenze, documenti  poco chiari, tempi troppo rapidi tra l’apertura e la chiusura dei bandi, regole che cambiano improvvisamente costringendo le aziende ad aggiornarsi  continuamente, il muro di gomma delle amministrazioni pubbliche causato dalla mancanza di dialogo tra sedi centrali e regionali e la mancanza di disponibilità immediata di capitale per poter partecipare ai bandi fino alla rendicontazione. Per ottenere finanziamenti dall’UE è insomma necessario avere un progetto valido, attenersi alle regole e verificare l’impegno che comporta la partecipazione ad un bando in termini di liquidità, prevedendo anticipi di spesa, coperture e analisi delle competenze in termini di gestione. Giocare d’anticipo e informarsi prima che il bando sia aperto sono due regole d’oro per cogliere le opportunità a disposizione delle PMI.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: