Le PMI contribuiscono all’occupazione in Europa

24 01 2012

Dal 2002 al 2010, in Europa, l’85% dei nuovi posti di lavoro è merito della PMI; questo afferma uno studio presentato dalla Commissione Europea, che fa parte del progetto ‘Sme Performance Review’ (basato su un’indagine condotta presso le imprese alla fine del 2010 nei 27 Stati membri Ue e in 10 Paesi partecipanti al programma ‘Imprenditorialità e innovazione’). In questi 8 anni le PMI hanno aumentato l’occupazione dell’1% ogni anno (ne resta escluso il settore commerciale, appannaggio dei grandi gruppi) contro lo 0,5% delle grandi imprese, corrispondente, in media per ogni 12 mesi, a 1 milione e centomila nuovi posti di lavoro. In totale, le PMI forniscono il 67% dell’occupazione. Il maggiore contributo di crescita netta complessiva dell’occupazione nell’economia di mercato, il 58%, si deve inoltre alle microimprese con meno di 10 dipendenti  e, in maggioranza, a quelle con meno di 5 anni di vita. Purtroppo, le PMI sono anche le prime a soffrire per la crisi, come è stato dimostrato dal trend in discesa dei posti di lavoro nel 2009 e 2010 (comparato su quello, pur sempre negativo ma inferiore, delle grandi imprese); i maggiori problemi delle PMI, in questo momento, riguardano il calo della domanda dei propri prodotti e servizi, il ritardo nei pagamenti da parte dei clienti e la mancanza di liquidità.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: