La condivisione delle idee e progetti aumenta vertiginosamente la velocità dell’innovazione. Inno2Days Bergamo, 21 settembre 2011

7 08 2011

Quali sono i brand più social in Italia? Stilata la pagella dedicata alla presenza “sociale” di 20 aziende di elettronica di consumo. Nel dettaglio l’analisi ha visto protagoniste 20 grandi aziende operanti in Italia attraverso i social media , distinte in 5 categorie merceologiche e un totale di 100 aziende. I settori presi in esame sono Consumer Electronics, Automobili, Banche/Assicurazioni, Retail /Grande Distribuzione e Servizi. Recentemente sono stati presentati i primi risultati relativi alla categoria Consumer Electronics basato su stime del mese di aprile, questo mese verrà presentato anche il report dedicato all’automotive…. APPROFONDISCI






Il video messaggio di Mara Tumiati: un invito a conoscere l’ ECOINNOVAZIONE

20 07 2011

Il video messaggio di Mara Tumiati, di ‘enviSMART’, che coordinerà la parte ECOINNOVAZIONE della giornata INNO2DAYS del 21 settembre a Bergamo.

GUARDA IL VIDEO.





Milano, capitale europea dei servizi alle PMI

20 07 2011

Dal prossimo ottobre nascerà nel capoluogo lombardo l’Euro-med Development Center for Micro, Small and Medium Enterprises. Milano come capitale dei Paesi del Mediterraneo? Per quanto concerne le piccole e medie imprese, sì: dal prossimo ottobre, sotto la benedizione della Madonnina, nascerà l’EMDC (acronimo di Euro-med Development Center for Micro, Small and Medium Enterprises), un’iniziativa promossa dalla Camera di Commercio di Milano – PromosAPPROFONDISCI





Guarda il Futuro: il gruppo in Facebook di Giancarlo Orsini che terrà uno speech all’INNO2DAYS di Bergamo il 21 settembre 2011

20 07 2011

Il futuro è già qui: mai come in questo caso… Chi conosce Giancarlo sa che la sua visione è assolutamente lucida, scientifica. Ha un solo difetto: non mette mai la testa sotto la sabbia. APPROFONDISCI





Hi-tech: Le 10 invenzioni che cambieranno la vita di tutti i giorni nei prossimi anni

20 07 2011

La famosa rivista americana Forbes ha pubblicato la scorsa settimana una classifica delle 10 invenzioni che saranno in grado nei prossimi 10 anni di cambiarci la vita di tutti i giorni.





I portali parlano di Inno2Days: “innova chi non ha nulla da perdere”

23 06 2011

L’articolo di VareseNews su alcuni interventi dell’area ‘CAMP’ di Inno2Days: leggi l’articolo.





iPhone-Interviews ai relatori di Inno2Days su amigdalab.it

23 06 2011

Le interviste ad alcuni dei relatori che hanno partecipato a Inno2Days si possono vedere sul canale di Amigdalab: tutte le interviste sono fatte con il device iPhone (nella foto: Giancarlo Orsini). CLICCA QUI.





Inno2Days su VareseNews

23 06 2011

“Le vie dell’innovazione sono infinite – La parola innovazione può essere declinata in molti modi. Le aziende che hanno partecipato alla ‘Giornata sull’Innovazione’, l’open day organizzato dalla Camera di Commercio alle Ville Ponti, hanno idee chiare su come e su cosa innovare”. Sono il titolo e l’abstract dell’articolo sull’area ‘aziende accreditate Questio’ di Inno2Days uscito su VareseNews. Leggi l’articolo.





Internet delle cose

21 06 2011

Moreno Poli, ad NgWay, ha illustrato in diretta il concetto di ‘Internet delle cose’:  un oggetto (una cornice con foto di Tim Burners, inventore del World Wide Web), attraverso la tecnologia RFID, colloquia con notizie e approfondimenti, foto e video attraverso un device, in questo caso un iPad. ‘Internet delle cose’ contempla, come menzionato nell’intervento di Lorenzo Guerra, il progetto targato HP di ‘Innervatura globale del pianeta’, ove il web dialoga con uomini e cose.





Inno2days – 3 giorni. Sono state abbondantemente superate le 100 iscrizioni

17 06 2011

“Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere”.
Mahatma Gandhi.





Rosa Caputo: spesso le aziende non sono in grado di valutare, a priori, i vantaggi di una possibile innovazione

17 06 2011

Molto spesso si avverte questa sensazione, parlando con le imprese: non c’è una reale percezione che l’innovazione porti forti vantaggi…. Risponde Rosa Caputo, QuESTIO – Progetti Speciali – Direzione Coordinamento Operativo: “spesso le aziende non sono in grado di valutare, a priori, i vantaggi di una possibile innovazione. In alcuni casi questo è successo quando l’azienda è stata affiancata da qualcuno in grado di trasferire competenze reali e ha potuto verificare con mano i vantaggi. Ho in mente l’esempio di Tecnopolis che, sotto la direzione di Gianfranco Dioguardi, affiancava con la nuova tecnologia l’imprenditore on the job”.





La Camera di Commercio di Varese investe nell’Nfc

17 06 2011

Oltre 80mila euro per finanziare un progetto sperimentale incentrato sulla Near field Communication. E’ questa la cifra con cui la Camera di Commercio di Varese, uno dei soggetti coinvolti nel progetto, ha rinnovato il suo impegno nel finanziare uno dei tanti percorsi di ricerca di Lab#Id, il laboratorio Rfid dell’Università Carlo Cattaneo – Liuc, nel… (approfondisci su thebizloft)





Angelo Carenzi: la cultura prevalente giudica la ricerca un lusso

17 06 2011

Continua la nostra inchiesta sui freni all’innovazione nelle PMI  italiane. Risponde Angelo Carenzi, Presidente della Fondazione Istituto Insubrico di Ricerca per la Vita:l’innovazione deriva da un insieme di fattori: creatività, patrimonio di competenze spesso interdisciplinari, possibilità di verificare l’idea e, quindi, disponibilità a fare degli investimenti a rischio. Non è facile, specie per le piccole imprese, possedere questo insieme e il contesto italiano, salvo lodevoli eccezioni, non aiuta a renderlo possibile. Le risorse messe a disposizione per sostenere la ricerca sono limitate, i fondi di investimento per l’innovazione investono poco in Italia, la cultura prevalente giudica la ricerca un lusso che non possiamo permetterci, le collaborazioni tra aziende sono spesso complicate dalla preoccupazione di salvaguardare la proprietà intellettuale”.





Smartphone e tablet sanciranno la fine dei Pc?

15 06 2011

Il Pc è morto o gode di cattiva salute? La verità, in riferimento alle rivendicazioni sulla morte del Pc, come sempre sta nel mezzo: i Pc, dopo 30 anni di vita, tengono ancora botta, ma è anche vero che sta rapidamente scemando la loro influenza e per la prima volta quest’anno, a 4 anni dal lancio dell’iPhone, le vendite di smartphone supereranno quelle di computer.





La Ricerca aiuta ad adeguarsi alle esigenze globali: Centrocot presente a Inno2Days 2011

10 06 2011

I Tessili Naturali Strutturali. La consapevolezza della forte concorrenza nei propri mercati tradizionali ha portato tre micro imprese artigiane (Tessitura Caielli Sas, Eredi Fiorino Galmarini Snc e Valentine Snc)  ad avviare un rapporto continuativo di collaborazione fra loro e con il Centro Tessile Cotoniero a Abbigliamento S.p.A. (CENTROCOT) per sviluppare nuove idee e nuovi progetti. Oggetto della ricerca sono stati i Tessili Naturali Strutturali (TNS). I Tessili Naturali Strutturali sono materiali compositi realizzati in tessuto che hanno caratteristiche strutturali proprie grazie alla combinazione di materiali tessili (di matrice naturale: tessuti in cotone o lino) con resine epossidiche o poliestere. Le aziende hanno attivamente collaborato e instaurato rapporti di partnership scegliendo poi verso quali mercati e quali settori indirizzare il risultato dello studio: complementi di arredo design, arredo nautico, arredo luoghi pubblici, arredo negozi, etc… (nella foto: Genzianella Pecchi  e Claudio Caielli).





I Centri di Ricerca e gli Osservatori indispensabili per applicare con successo l’innnovazione: CENTROCOT

9 06 2011

L’ Osservatorio Tecnologico svolge attività di monitoraggio delle tecnologie collegate al settore tessile e abbigliamento e di diffusione delle conoscenze. Scopo principale è quello di svolgere un’azione di sensibilizzazione delle aziende in merito all’innovazione tecnologica e alle sue opportunità anche tramite incontri monotematici. Di particolare rilievo è l’attività di supporto all’Area Progetti e all’Area Ricerca e Sviluppo per l’organizzazione di convegni e workshops di disseminazione e trasferimento dei risultati. L’obiettivo è quello di fornire aggiornamenti e conoscenze nel campo dell’innovazione tecnologica.





Il Lab#ID presente all’INNO2DAYS del 21 giugno

8 06 2011

Il Lab#ID nato nel 2007 all’interno della Facoltà di Ingegneria della LIUC, è uno strumento finalizzato a supportare il trasferimento tecnologico verso le organizzazioni interessate ai sistemi RFId, in particolare verso le piccole e medie imprese (PMI), allo scopo di migliorarne la competitività accelerando e facilitando l’adozione della tecnologia RFId e combinando l’innovazione tecnologica con i cambiamenti organizzativi che ne conseguono.